La Moldavia accoglie i profughi ucraini

ACP humanitarian aidAccoglienza, UCRAINA, UCRAINA_macro

Nelle ultime 72 ore, il nostro partner moldavo Viktor e il suo team si sono trovati di fronte a un enorme flusso di migranti. Una squadra staziona giorno e notte al confine tra Moldavia e Ucraina, a temperature sotto lo zero, in attesa di soccorrere tutti coloro che cercano scampo trasportandoli al centro di accoglienza. A loro disposizione alcuni autobus. I fuggitivi sono in maggioranza donne perché gli uomini, tra i 19 e i 55 anni, vengono arruolati nell’esercito.

Gli ottimi rapporti che ACP ha coltivato da anni con le autorità e le amministrazioni moldave stanno dando i loro frutti. Il sindaco ha finanziato, tramite il comune, il carburante necessario per gli innumerevoli viaggi di collegamento tra il confine e i centri che accoglieranno le donne, i bambini e le persone anziane. L’ospedale regionale offre gratuitamente cure e medicinali. La Moldavia è un paese povero ed è quindi indispensabile che i vari centri di accoglienza moldavi ricevano tutto il materiale umanitario possibile: servono urgentemente: cibo, vestiti, articoli per l’igiene, materassi, coperte, lavatrici e medicinali.

Nonostante la frenesia dei soccorsi, i rifugiati sono travolti da una calorosa e inaspettata accoglienza. Domenica tutti hanno assistito al culto presieduto da Viktor. La chiesa era gremita al massimo.

DONA ORA IN MODO SPECIFICO PER L’UCRAINA

OPPURE ENTRA NELLA FAMIGLIA ACP CON UN CONTRIBUTO MENSILE E RICEVI PERIODICAMENTE “REPORT” A CASA TUA.
CLICCA QUI